TAVEPONG PRATOOMWONG – INTERVIEW

You can find Tavepong here:

Flickr | Instragram | Website | Street Photo Thailand

First of all, can you tell us a little bit more about you and why you shoot street photography?

ENG – I have been interested in the art of photography since studying it years ago at university. I had a period where my interest changed into a mania for camera equipment, and I lost the focus on the art. I had almost stopped shooting by the end of 2013, when my wife surprised me with an anniversary gift: a ticket to Varanasi, India. That trip was the turning point, making me serious about taking photos again. When I returned to Thailand, I joined Street Photo Thailand’s “365 days in 2014” project. With that project, I was challenged to go out and take photos every day. Since then, I haven’t stopped.

ITA – Ho incominciato ad interessarmi all’arte della fotografia studiandola anni fa, all’università. Ci fu un periodo in cui l’interesse era diventato più che altro una mania per l’attrezzatura fotografica, facendomi perdere la concentrazione sul lato artistico. Alla fine del 2013, avevo ormai praticamente smesso di fotografare, quando mia moglie mi fece una sorpresa, regalandomi un biglietto per Varanasi, India, per il nostro anniversario. Quel viaggio fu il momento di svolta, che mi fece tornare a fotografare seriamente. Una volta tornato in Tailandia, entrai a far parte del progetto “365 Giorni nel 2014” di Street Photo Thailand, che mi spingeva ad uscire e scattare ogni giorno. Da qual momento non mi sono più fermato.

16_Go Greenrid

Where do you find inspiration for your photography?

ENG – The inspiration for me is not quite inspiration at all. I just addicted to the feeling of survival in everyday. It began in 2014 from mission of Street Photo Thailand, 365 days activities. I have to shoot everyday… and I found out, I can’t stop.

ITA – Per quanto mi riguarda, l’ispirazione non è affatto rilevante. Sono semplicemente dipendente dalla sensazione di “sopravvivenza” quotidiana. E’ stato così fin dal 2014, con quel progetto dei 365 giorni, che mi obbligava a scattare ogni giorno; ho scoperto poi di non poterne fare a meno.

15_No89

06_Super-Cop

What do you look for in photography?

ENG – It’all about the way I create my work… a unique art work. And this daily work makes my everyday life worth living.

ITA – Personalmente do importanza al modo in cui creo il mio lavoro, in cui il mio operato artistico diventa unico. Questo processo di creazione quotidiana rende la mia vita degna di essere vissuta.

12_Lizard man

03White-Walker

As a street photographer, what is your relationship with social network?

ENG – Sometimes social network can get confusing, making you wonder which are the good or the bad photos. It can make you lose yourself and lose your way. Good thing is, I found many new friends (including you guys from InQuadra). In real life, I only have few friends, maybe because I’m an odd man. I think we street photographers are slightly strange people, so social network is a good place to find strange friends.

ITA – Trovo che, a volte, il social network confonda le idee; spesso ti fa perdere coerenza con te stesso e non riesci più a capire quali foto siano buone e quali no. La cosa buona, d’altra parte, è che il social mi ha permesso di trovare molti nuovi amici (compresi voi ragazzi di InQuadra). Nella vita reale ho pochi amici, forse perché sono una persona un po’ strana. Effettivamente penso che noi Street Photographer siamo tutti un po’ strani, quindi direi che il social network è un buon posto in cui trovare altri amici strani.

01_Tree manjpgrid

02_Headless Dog

Single photos or projects? Why?

ENG – I began with document photography after graduating from university and then found out that I can’t do it for a long time. Then I met street photography, which is able to tell everything in just one photo, and that’s it. After I shot at Songkran Festival everyday (as I do as a routine), I finally realised all the photos I took could develop into a project. I always enjoy single photos, but some situations can lead you to a project. I have two or three projects in my mind right now, but I can’t go straight to the point because I’m a bit too lazy… Haha.

ITA – Dopo la laurea, cominciai con la fotografia documentaristica, ma presto scoprii che non riuscivo a praticarla per lungo tempo, non faceva per me. Poi arrivai a conoscere la Street Photography, un genere che riesce a dire “tutto” in una sola foto. Quando andai a fotografare al Songkran Festival – e ci andavo, com’è mia abitudine, ogni giorno – mi accorsi alla fine che tutti gli scatti potevano raggrupparsi in un progetto. Mi piacciono sempre le foto singole, ma a volte, alcune situazioni possono portare più verso un lavoro d’insieme. Ho in mente due o tre idee per progetti, al momento, ma non riesco a decidermi a lavorarci perché sono un po’ troppo pigro.

13_Kölner Dom

11_Upside Duck

Do you think street photography is meant for telling stories or rather to shock and amaze?

ENG – Why should I have to choose? It’s best if one can both tell stories and amaze the audience at the same time 😛

ITA – Perché scegliere? La cosa migliore è se un fotografo riesce a raccontare storie e a meravigliare il pubblico allo stesso tempo.

09_Cyborg Monocle

08_10_18-15-21

Choose three of your photographs and talk about them:

01_Share

ENG – Share – In July 2015 I had a chance to join the Observe collective exhibition in Germany. After the event, I went to the Peace Festival in Münster. When I and the other photographers reached there, I saw an interesting group cutting some watermelon. I thought this could be good scene, so I sat in front of them, tilting my camera up to get some beautiful sky and kept shooting. People did not care much about a man with a camera, since they were at a festival. The shot I like the most has a rhythm of hands stacking up watermelon. The right side of the photo has a connection of many circles of hands. It’s far more than I expected in the first place. This is one of my favorite photos from last year.

ITA – Share – Nel luglio del 2015 ebbi la possibilità di far parte della mostra del collettivo Observe in Germania. Dopo l’evento, andai con altri fotografi al Peace Festival di Munster. Appena arrivato, notai un interessante gruppo di persone che tagliavano dell’anguria. Mi sembrava potesse essere una bella scena, così mi sedetti proprio di fronte a loro, inclinando la macchina verso l’alto per inquadrare un po’ del bellissimo cielo che c’era dietro, e cominciai a scattare. Loro non mi davano molta attenzione; un fotografo è una cosa piuttosto comune ad un festival. Questo è lo scatto che preferisco: alcune delle mani “impilano” anguria con un certo ritmo e la parte destra della foto raffigura una sorta di connessione circolare tra le altre mani. E’ molto più di quanto mi aspettavo sarei riuscito ad ottenere. Direi che è una delle mie foto preferite dell’anno scorso.

02_Ant man

ENG – Ant man – If I spot something in different levels, I always try to find connection between them. I know the giant and small man association is quite cliché, but there are ways to make it special. One day, I was walking around the town and saw a man writing a note, sitting on the upper floor of a building. The building itself looked clean and simple. My first idea was to have a shoot where his legs dipped into the dish which is in the foreground. At first, the result did not satisfy me but I kept shooting at this composition. Suddenly he reached his hand to the upper beam to help him stand up. But in this photo it looks like he’s jumping down in the dish below.

ITA – Ant man – Quando vedo cosa diverse che mi colpiscono su livelli differenti, cerco sempre di trovare una connessione tra loro. So che l’associazione uomo grande / uomo piccolo è un po’ un cliché, ma c’è il modo di renderla più originale. Un giorno, mentre camminavo per la città, vidi un uomo seduto a scrivere degli appunti, sul piano più alto di un palazzo dall’aspetto lineare e pulito. La mia idea iniziale era quella di ottenere uno scatto in cui le sue gambe si “immergessero” nel piatto che sta in primo piano. I primi risultati non mi soddisfarono, così continuai a scattare, finché, improvvisamente, l’uomo alzò la mano verso la trave sopra di lui, per aiutarsi ad alzarsi in piedi – nella foto, però, l’impressione è che stia saltando nel piatto sotto di lui.

03_The-Smooth-Criminal

ENG – The smooth criminal – When people realize they’re being photographed, some just ignore it, some do not like it and some really want to show off. While I was taking a photo of a man using roper drug to his eyes. Someone jump in and try to steal his friend’s thunder. Normally I hate when a man show V sign or try to play with me but when I saw him do the moonwalker I decided this guy is exception. I got this photo when he try to do an anti-gravity lean and fall of.

ITA – The smooth criminal – Quando le persone realizzano di essere fotografate, alcune semplicemente lo ignorano, ad alcune non piace e altre vogliono veramente farsi vedere e essere protagoniste. Mentre stavo scattando una foto ad un uomo che si stava mettendo il collirio, qualcuno è entrato nel fotogramma e ha rubato la scena al suo amico. Di norma non mi piace quando un uomo manda a quel paese o cerca di giocare con il fotografo ma, quando l’ho visto fare il moonwalker, ho deciso che era una eccezione. Ho scattato questa foto mentre provava a piegarsi come se fosse in anti-gravità e cadeva.

Traduzione a cura di Giulia Rioda.

Matteo Sigolo
Share
This